Ramona & Agostino
04 agosto 2012
Sono passati 2661 giorni dal nostro matrimonio

Il viaggio di nozze

1° giorno mercoledì 19 dicembre 2012
BOLOGNA MELBOURNE


Villa CastelCrescente Partenza nel pomeriggio.
Destinazione AUSTRALIA

 

 

3° giorno venerdì 21 dicembre 2012
MELBOURNE

Arrivo prima dell’alba e incontro con i parenti.

 

 

 

 

 

 

The Yarra Valley and Dandenong Ranges

Phillip Island

 

 

 

 

 

Sovereign Hill and also Ballarat Zoo to see koalas and kangaroos

 

 

 

 

 

 

Beaches: Geelong, Torquay, Queenscliff....and some Aboriginal history

 

8° giorno mercoledì 26 dicembre 2012
MELBOURNE ADELAIDE KANGAROO ISLAND

 

Partenza per Adelaide.
Proseguimento per il porto di Cape Jervis.
Partenza con il traghetto del primo pomeriggio o tarda mattinata per Kangaroo Island.
Arrivo a Kingscote per il pernottamento all'Ozone Seafront

 

 

 

 

 

 

 

 

 

9° giorno giovedì 27 dicembre 2012 KANGAROO ISLAND

Tour di KANGAROO ISLAND

Kangaroo Island è un luogo davvero spettacolare, dove potete trovare scogliere a strapiombo sul mare tempestoso, quiete spiagge, un oceano color blu sgargiante, vaste formazioni boschive di eucalipto, baie protette e calette nascoste. Su tutta l’isola vivono gli echidna, i canguri, i koala, i wallaby ed i pinguini, i leoni marini facilmente disposti all’approccio. L’isola possiede alcune fra le più belle spiagge di tutta l’Australia, e sono ideali per nuotare, fare surf, osservare la natura o semplicemente per rilassarsi. La contorta costa a sud dell’isola offre spettacolari spiagge sabbiose incontaminate, quali Vivonne Bay e D’Estress Bay, mentre la costa a nord ha una serie di spiagge per nuotare in tutta sicurezza, come Emu Bay, Browns Beach e l’American Beach.
Seal Bay La più rinomata attrazione di Kangaroo Island è il Parco Naturale di Seal Bay, nella costa sud dell’isola

 

Il Parco Nazionale di Flinders Chase

 Kangaroo Island possiede 18 Parchi Nazionali e Naturali dedicati alla salvaguardia delle sue rare flora e fauna. Il maggiore in estensione tra questi è il Parco Nazionale di Flinders Chase, che copre la parte più ad ovest dell’isola con le sue incontaminate foreste e praterie.

 

Le Remarkable Rocks

 Delle bizzarre sculture naturali di granito, e l’Admiral’s Arch, un arco roccioso, che sorge al di sopra di una specie di auditorio costiero naturale che costituisce una zona di rifugio per i leoni marini neozelandesi che pescano nelle acque del circondario e poi si riposano sulle rocce circostanti.

I simpatici pinguini

 Una visita a Kangaroo Island non può essere completa senza avere ammirato i piccoli pinguini che edificano i loro nidi sulle colline sabbiose e sui promontori rocciosi dalle parti di Penneshaw e Kingscote. Unica fra le specie che si riproduce nelle acque australiane, questi simpatici pinguini aspettano fino al tramonto prima di fare ritorno a riva. Ogni notte, vengono effettuali tour guidati a Kingscote e a Penneshaw. Essi si tengono dopo il tramonto, quando i pinguini ritornano ai loro insediamenti dopo avere pescato nel mare.

Little Sahara

 Questa è un’area di spettacolari e bianche dune sabbiose, circondate dalla vegetazione tipica del bush, nei pressi della costa a sud dell’isola

 

10° giorno venerdì 28 dicembre 2012 KANGAROO ISLAND ADELAIDE

Mattino ancora in giro per l’isola, poi traghetto del pomeriggio per rientro ad Adelaide e pernottamento al Mercure Groscenor

11° giorno sabato 29 dicembre 2012 ADELAIDE AYERS ROCK

Partenza per Ayers Rock e da li verso KINGS CANYON con pernottamento al Kings Canyon Resort

Kings Kanyon
Conosciuto universalmente con il nome di Kings Canyon, il Watarrka National Park è una possente gola rocciosa che fende la terra fino a una profondità di 270 metri. Posto sui contrafforti occidentali della catena montuosa dei George Gill Ranges, si trova a circa 300 km a nord-est del parco nazionale Uluru-Kata Tjuta . Il parco è un’importante zona di tutela del patrimonio ambientale e nelle sue gole si possono scoprire oltre 600 specie di piante e molti animali del luogo. La roccia rossa del canyon, perpendicolare al terreno, svetta per oltre 100 metri sopra palmizi lussureggianti e boschetti di felci, palme e cicadacee incredibili, proteggendoli dall’aridità del deserto circostante. Possibile effettuare una passeggiata di circa 6 km lungo un percorso circolare effettuabile in 3-4 ore( possibile interromperlo a metà del percorso). La prima parte è caratterizzata da numerosi scalini. Arriverete fin sulla cima, seguendo l'orlo del canyon per ammirare meravigliosi panorami; bellissime le rocce a contrafforti della Lost City; scendete poi attraverso il Garden of Eden, oasi tropicale situata nelle profondità del canyon, caratterizzata da specchi d'acqua e dal verde intenso della vegetazione. A questo punto una apposita scalinata vi permette volendo di interrompere il percorso e raggiungere la base del Canyon. Il percorso più breve e più facile si snoda invece nella parte bassa del canyon. Watarrka è il nome aborigeno della pianta a ombrello molto comune in questa zona. Nella parte terminale del canyon vi è inoltre una grande pozza d’acqua chiamata dagli aborigeni rainbow serpent pool o pyton pool. Nelle vicinanze è possibile individuare delle pitture rupestri aborigene legate a rituali del passaggio all’ età adulta dei ragazzi ed alla fertilità. Nel primo pomeriggio (calcolate bene il tempo in base al tramonto del sole), raggiungete Ayers Rock per assistere al famoso ed immancabile tramonto. Al termine potrete raggiungere il vostro hotel.

12° giorno domenica 30 dicembre 2012 KINGS CANYON - AYERS ROCK (304 KM)

Pernottamento all' Outback Pioneer
Mattinata a disposizione per esplorare liberamente Ayers Rock (Uluru)

Ayers Rock (Uluru) è il simbolo dell’Australia per antonomasia. Questo misterioso Monolito di sabbia, situato a 500 Km a Sud-Ovest di Alice Springs, è alto 350 m e largo 7.5 Km. Non è una roccia, ma la punta di un conglomerato sassoso. Per gli aborigeni la Roccia è il “Luogo Sacro dei Sogni” e tutt’intorno si trovano pitture rupestri. E’ affascinante osservare come cambi drasticamente colore a seconda della luce e del tempo: sfumature che vanno dal rosso, al viola. Pochi sanno che fu scoperta da William Gosse nel 1873 (l’anno prima Ernest Giles la scambiò in lontananza per una collina!). A breve distanza dal monolito, ai confini del Parco di Uluru, si trovano anche i Monti Olgas. Una serie di 36 magnifiche "cupole" naturali risultato di secoli di erosioni eoliche e pluviali. Il loro nome aborigeno Kata Tjuta significa il Luogo delle Molte Teste. La teoria ci dice che probabilmente un tempo gli Olgas fossero un unico enorme monolito - più vasto dell'Ayers Rock - trasformato e suddiviso poi in molte montagne tondeggianti proprio a seguito di fenomeni naturali). Presso il Voyages Resort group è a disposizione dei visitatori un efficiente Travel Desk in grado di organizzare trasferimenti, escursioni di ogni genere, diurne e notturne, attività sportive, animazione serale. Di primissima mattina raggiungete i monti Olgas e le gole del vento per concludere così la vostra esplorazione del Grande Centro Rosso. Proseguite quindi lungo la Lasseter Higway sino all’ incrocio con la Luritjia Road che seguirete sino a Kings Canyon. La Strada è tutta asfaltata e godibile. Suggerita una sosta alla pittoresca Roadhouse di Curtin Springs.

 

13° giorno lunedì 31 dicembre 2012 AYERS ROCK SYDNEY

Mattinata dedicata all’ esplorazione dei Monti Olgas e delle gole del vento.
Nel pomeriggio partenza per Sydney verso Hotel Y HIDE PARK

17° giorno venerdì 4 gennaio 2013 SYDNEY HERON ISLAND)

Partenza per Gladstone per raggiungere in aliscafo Heron Island e sistemazione al resort in Turtle Room

Il nome Heron Island deriva dalle colonie di aironi che popolano quest’isola, perfetta per chiunque desideri avvicinarsi all’ecosistema del reef australiano. L’isola, parco naturale protetto, è parte della barriera corallina ed è considerata una tra le migliori basi di partenza per le immersioni subacquee: nelle sue acque vivono infatti circa 1200 specie di pesci diversi. Da novembre a marzo sulle sue spiagge giungono le tartarughe marine a deporre le uova che, a partire da dicembre, si schiudono dando origine all’esodo di piccoli all’affannosa ricerca del mare. Una passeggiata sul reef durante la bassa marea è come aprire un’enciclopedia di biologia marina, per non parlare dei luoghi da esplorare con maschera e boccaglio oppure in immersione, sicuramente fra i più belli al mondo. Il clima è subtropicale la temperatura media annuale è di 24°.

 

22° giorno mercoledì 9 gennaio 2013 HERON ISLAND BRISBANE

Rientro in catamarano a Gladstone e trasferimento in pullman verso l’aeroporto per raggiungere Brisbane.

 

23° giorno giovedì 10 gennaio 2013 LAMINGTON NATIONAL PARK

LAMINGTON NATIONAL PARK

Situata a circa 950 metri sul livello del mare nel cuore del Parco Nazionale di Lamington, questa fattoria nata nel 1911 dall'omonima famiglia, è conosciuta in tutta l'Australia per la storia alla quale è legata e, a livello internazionale, per essere uno dei più importanti Heritage del mondo. Nel suo comprensorio sono presenti le uniche foreste di tipo antartico scoperte in Australia e foreste di tipo subtropicale. Numerosi itinerari sono stati predisposti all'interno del parco per dar modo agli ospiti di effettuare passeggiate di diversa durata scoprendo cascate, torrenti, vegetazione lussureggiante. A livello faunistico il parco di Lamington accoglie oltre 35 specie di uccelli delle quali almeno 3 uniche nel loro genere come il Satin Bowbird e l'Albert's Lyrebird (uccello lira). Altra particolarità del parco è rappresentata dal Tree Top Walkway, un ponte sospeso che attraversa un bel tratto di foresta e permette ai visitatori di osservare l'ambiente camminando a circa 30 metri dal suolo in mezzo alle fronde di alberi millenari.

 

24° giorno venerdì 11 gennaio 2013 BRISBANE PERTH

Partenza per il Western Australia. Arrivo in tarda serata.
Trasferimento al vicino hotel COMFORT INN BEL EYRE MOTEL PERTH-BELMONT

 

25° giorno sabato 12 gennaio 2013 PERTH CERVANTES (190km)

Spostamento verso CERVANTES e pernottamento al Cervantes Pinnacles Motel

PINNACLES DESERT

Il deserto è costituito da una distesa di sabbia dalla quale si ergono i "pinnacoli", formazioni rocciose calcaree che possono assumere le forme più svariate e la cui altezza può raggiungere i quattro metri.

 

 

 

26° giorno domenica 13 gennaio 2013 PINNACLES DESERT - KALBARRI (Km 359)

(Pernottamento al KALBARRI PALM RESORT MOTEL)

Partenza di prima mattina in direzione Jurien. Passato il paesino delizioso, ci dirigeremo verso Sandy Point, solo 6 km per raggiungere una baia sabbiosa di grande bellezza, a forma di mezzaluna, sovrastata da promontori boscosi. Quindi Poco prima di Kalbarri incontreremo le grandi falesie che sanciscono l’inizio del parco costiero.

 

27° giorno lunedì 14 gennaio 2013 KALBARRY - MONKEY MIA (KM 390)

(Pernottamento al MONKEY MIA DOLPHIN RESORT)

Tempo per esplorare in tutta calma il parco famoso per i punti panoramici del Loop e dello Z Bend. Si prosegue alla volta di Monkey Mia. Raggiungeremo Shell beach, così chiamata perché formata da miliardi di microconchiglie stratificate. La bellissima baia semicircolare e le acque in genere limpide ci permettono di ammirare occasionali coloratissime razze e grandi pesci che compiono balzi fuori dall’ acqua. Arrivo a Monkey Mia.

 

28° giorno martedì 15 gennaio 2013 MONKEY MIA - GERALDTON (428 KM)

(Pernottamento al BEST WESTERN HOSPITALITY INN MOTEL GERALDTON)

Nel corso della mattinata potremo osservare i delfini e giocare con loro. Nel pomeriggio tappa di trasferimento lungo la West Coastal Higwa per raggiungere Geraldton.

 

 

29° giorno mercoledì 16 gennaio 2013 GERALDTON - PERTH (KM 426)

(Pernottamento al Miss Maude Swedish Hotel)

Tappa di rientro a Perth

 

 

30° giorno giovedì 17 gennaio 2013 PERTH

(Pernottamento al Miss Maude Swedish Hotel)

Perth, fondata nel 1829, è capitale del Western Australia nonché centro turistico di grande interesse, grazie anche al suo clima sempre mite e temperato. Cercheremo di visitare Kings park con le sue camminate sotto le imponenti volte create dagli eucalipti e accanto a limpidi laghi, giardini con sculture e aree per picnic lungo il Bushland Nature Trail. O magari decideremo di spostarci verso Sunset Coast per nuotare e fare snorkeling su Cottesloe Beach, o rilassarci sulla candida sabbia di City Beach. Oppure potremo decidere di esplorare la cittadina storica. Questa è la coloratissima Portofino Australiana, piena di vita con la sua Cappuccino Strep, l'antico e pittoresco mercato coperto, il Maritime Museum, i bastioni del forte costiero e naturalmente la splendida marina.

 

31° giorno venerdì 18 gennaio 2013 PERTH BOLOGNA

Inizio rientro in Italia

 

32° giorno sabato 19 gennaio 2013 BOLOGNA

Arrivo a Bologna nel primo pomeriggio